Le novità sui programmi web della Adobe Creative Cloud

6.14.2013 | marketing e comunicazione firenze

Ieri abbiamo parlato delle novità sui programmi (soprattuto utilizzati per la “carta”) Adobe Creative Cloud in uscita lunedì 17 giugno, oggi invece parliamo di programmi utilizzati per il web.

EDGE REFLOW CC: Nuovo strumenti indispensabile per chi fa siti web e ha la necessità di renderli responsive (ormai è obbligatorio), con questo programma sarà possibile gestire in maniera semplice e veloce il nostro sito in tutte le dimensioni (desktop e mobile) di cui abbiamo bisogno. Il tutto senza toccare una riga di codice, basta spostare o addirittura nascondere gli elementi se necessario e Adobe Edge Reflow farà tutto per noi, generando automaticamente le mediaquery utili da inserire nel nostro css. Chi lavora per il web non può che amare questo programma.

adobe edge reflow cc

EDGE INSPECT: Un altro strumento indispensabile per chi fa siti web responsive. Questo strumento permette di installare 3 componenti: una desktop, una su google chrome e una sul vostro device tablet o smartphone (sia apple che android) e di visualizzare in tempo reale i cambiamenti che state facendo con Edge Reflow, senza nemmeno dover salvare, è importante che i dispositivi su cui si utilizzino la stessa rete.

EDGE CODE: un altro strumento che non riuscirete a non usare, funziona esattamente come l’ispeziona elemento di Chrome, dandoci la possibilità di fare direttamente le modifiche che ci servono e di vederle subito online, senza dover riportare le modifiche fatte con ispeziona elemento di chrome. Un’unica pecca è quella che non è integrato con Dreamweaver e nemmeno in Chrome, sarebbe una cosa eccellente avere uno strumento così potente direttamente su Chrome per esempio.
Edge Code possiede anche una paletta colori per modificare i colori facilmente (cosa che stranamente non hanno ancora fatto su Dreamweaver) e che li trasforma da RGB a HEX senza dover passare da Photoshop come sicuramente molti di voi fanno.

EDGE ANIMATE: Spettacolare esattamente come tutta la famiglia Edge, ci semplifica la vita con le animazioni sul web, molto simile a Flash (che gli esperti Adobe hanno finalmente detto che per il web non sarà più utilizzabile e tanto meno aggiornabile) ma che genera automaticamente codice HTML5 e Javascript, molto più indicizzabile di un Flash ed facilmente esportabile. Alberto Comper ci illustra come funziona nel suo video.

DREAMWEAVER CC: ha subito pochi cambiamenti, visto il lavoro che fa Edge per noi, ma significativi per chi lo usa quotidianamente.
Ha dei nuovi tasti che permettono di gestire i div più velocemente.
Permette di gestire facilmente oggetti multimediali (es. HTML5) tramite semplici opzioni.
Ha una gestione più semplice dei CSS. Ogni volta che selezioniamo un CSS ci dice che parte del nostro HTML coinvolge.

FLASH CC: Come ho già anticipato prima, gli esperti Adobe hanno dichiarato che Flash non sarà più supportato assolutamente per il web (ormai abbiamo Edge, a che ci serve Flash!), ma di sicuro utilissimo per sviluppare applicazioni (tipo giochi), infatti a supportare Flash, c’è Game Developers Tools, che genera un debug su desktop simulando i device e permettendoci di provare la nostra app direttamente sul nostro dispositivo tramite USB, senza dover ogni volta passare per iTunes.
Altra novità interessante, è Action Script 2.0 non è più supportato, secondo gli esperti Adobe è assurdo continuare ad usare il vecchio AS2, sarà infatti possibile aprire dei file fatti con AS2, ma non modificarli.

Tutte le caratteristiche che abbiamo visto saranno a breve disponibili su eSeminar Adobe, seminari gratuiti che ci illustreranno le novità Adobe. Una delle mie domande finali è stata: “Ma visto che ormai Adobe Creative Cloud sarà aggiornabile in tempo reale, gli incontri che fate annualmente spariranno?” Alberto Comper spera che non sia così, perchè sicuramente ci saranno dei piccoli aggiornamenti durante tutto l’anno, come già accade, ma che non erano automatici, però i grossi cambiamenti saranno sicuramente oggetto di nuovi incontri.


Responses

Davide
6.17.2013

“che gli esperti Adobe hanno finalmente detto che per il web non sarà più utilizzabile e tanto meno aggiornabile”

Mah, contando che buona parte (la maggior parte, anzi) delle applicazioni e soprattutto dei giochi Flash alla fine vanno comunque sul web, quindi…mi sembra un’affermazione abbastanza “ad effetto ma un po’ inutile”, tendenza che Adobe sta preoccupantemente usando sempre più :D.
Anche l’advertising (banner & c) per quanto con Html5 sicuramente la maggior parte dei banner e simili flashosi ormai si possano fare (e non da oggi, bisogna dire) vede comunque Flash avvantaggiato per la facilità di distribuzione in unico file, vero che specie dopo che youtube e affini hanno ripreso a usare gli iframe più che gli embed è un po’ resuscitato l’uso degli iframe (che venivano dati per morti anni fa come ora viene dato per morto Flash…) mi pare prematuro pensare che sparisca a breve giro dall’uso comune e non solo per i giochi.
Poi insomma, parla Adobe che ha provato a contrastarlo per anni e poi alla fine per batterlo ha dovuto comprarsi tutta la Macromedia ed è riuscita con Flash a fare più che altro delle ciofecate, dai…

admin
6.17.2013

Ciao Davide, io credo che intendessero che è morto per la creazione di un intero sito in Flash, visto che ormai l’HTML5 è un buon sostituto, poi è ovvio che esistendo i giochi in flash online l’aggiornamento credo ci debba essere per forza, credo di aver esposto male il concetto… :)

Alberto
2.10.2015

Va ricordato che Flash non è solo web-advertising e non è solo giochi.
Da molti anni (da sempre?) viene utilizzato per presentazioni, mock-up di interfacce, e soprattutto nell’e-learning, garantendo le procedure e specifiche SCORM per la realizzazione dei corsi (NATO ad esempio).

Comments